4

I presupposti

Le recenti dinamiche finanziarie e la crisi del mercato del lavoro ci hanno insegnato che dobbiamo ridefinire identità, ruoli, prassi. Individuare strategie di cambiamento. Per questo sono necessarie nuove competenze, nuovi metodi di approccio ai problemi e profili più resilienti. Un bagaglio essenzialmente tecnico, basato sull’intelligenza logico-matematica e logico-razionale, non consente ai manager di affrontare efficacemente le nuove sfide, per le quali è richiesta intelligenza introspettiva, emotiva, sociale La capacità di definire e riconoscere le proprie ambizioni e motivazioni diventa importante bagaglio comunicativo e relazionale, perché il raggiungimento del successo torni a identificarsi con la possibilità di lasciare un segno di sé. La nostra formazione mira a focalizzare il valore della persona o del gruppo e l’ecologia degli obiettivi nella prospettiva di un marketing sempre più relazionale ed emozionale Il successo delle aziende e delle organizzazioni è legato al successo delle persone che vi operano, inteso come realizzazione di sé. Obiettivo non perseguibile con modelli narcisistici, ma con lo sviluppo di competenze per: Ascoltare, Coinvolgere emotivamente, Valorizzare, Comunicare in modo efficace, Essere leader effettivo. La formazione, in questo modo, sviluppa il patrimonio della persona. Il metodo frontale d’aula è poco motivante e coinvolgente, troppo astratto e diretto solo alla sfera razionale. Preferiamo metodi attivi, incentrati su stimoli che coinvolgano la sfera emozionale. In quest’ottica è però importante non distanziare l’attenzione e l’attivazione dalla realtà lavorativa. Suggestiva ed efficace appare la strada dell’impiego di un linguaggio corporeo e teatralizzato. Articoliamo la formazione in moduli brevi, che emozionino e colpiscano la fantasia, per creare il presupposto ottimale ai richiami teorici. Che in questo modo hanno maggiore efficacia, perché si depositano su una piattaforma emotiva e motivazionale. E i moduli brevi si inseriscono più agilmente all’interno del ritmo di lavoro e ne rispettano la continuità, permettendo l’applicazione immediata degli stimoli appresi. Per noi la formazione di un gruppo di lavoro dovrebbe avere come obiettivo la creazione di metodi e strumenti gestiti dal gruppo stesso, che può strutturare periodicamente, in autonomia, esperienze di verifica e di crescita collettiva nel corso dell’attività lavorativa.

Le principali aree d’intervento sono:

  • team building
  • conflict management
  • stress management
  • diversity management
  • capacità d’ascolto
  • motivazione e valorizzazione dei collaboratori
  • comunicazione interpersonale
  • vendita emozionale
  • time management
  • presentation skills
  • work/life balance
  • resilienza

I servizi

Offriamo servizi custom di sviluppo delle risorse umane e manageriali, diretti a capi azienda, capi intermedi, quadri, dirigenti e ai loro team, erogati attraverso format e metodologie di formazione non tradizionali, complementari o alternativi all’aula.

I servizi rispondono alla domanda di crescita delle “soft skills” di chi opera in contesti organizzativi o di business: competenze relazionali, metodologiche e personali come capacità di comunicare, negoziare, lavorare in team; creatività; adattabilità al cambiamento; costruzione del passaggio generazionale.

Una formazione che alleni a uscire dagli schemi, ad essere autentici ed efficaci.
Una formazione basata su metodi attivi, che portino a sperimentarsi con creatività e ad elaborare strategie personali per il successo.

L’obiettivo

L’obiettivo dei nostri interventi è aiutare i partecipanti a individuare opportunità di sviluppo e nuovi modelli di comportamento. Favorire in loro l’accrescimento dell’intelligenza introspettiva, emotiva e sociale, perché il nuovo marketing è sempre più relazionale ed emozionale. Accrescere la capacità di ascoltare, di guardare con occhi diversi, di stabile relazioni, di essere autentici ed efficaci.

Il metodo

Il metodo che usiamo mira ad abbassare le resistenze, a coinvolgere e porta a sperimentarsi, ad elaborare strategie personali per il successo. I nostri format fanno ampio ricorso a role playing, azioni simulate e anche suggestioni teatrali. Prediligiamo i moduli brevi, che più agilmente possono essere inseriti all’interno del ritmo di lavoro dei partecipanti.
Crediamo che il coinvolgimento emotivo dei singoli sia ricercabile senza allontanarli eccessivamente dallo spazio e dal contesto nel quale operano abitualmente, guidandoli alla scoperta di nuovi punti di vista sul loro quotidiano. Per questo ove possibile, proponiamo formazione in house.

News

Il progetto “Non aspettando Godot – laboratorio di narrazione e spettacolo teatrale sul vissuto di persone con malattie croniche intestinali” ha ricevuto il primo premio nella categoria Patient Support Program del concorso “Eccellenze dell’informazione scientifica e centralità del paziente”. Il premio, patrocinato dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, valorizza i…

2014 © Copyright - IPSE Istituto Psicologico Europeo PIVA: 12272630158

Foto di: 123RF