3

La parola “spritz” è in tutt’Italia sinonimo di “apertivo”. Noi la usiamo per indicare un talk show, che, proprio come un aperitivo, stimoli appetito, di conoscenza e consapevolezza di sé.

Michele Palazzetti, formatore e coach e Andrea Ciucci Giuliani, Direttore di IPSE Roma, ne hanno fatto un format consolidato e apprezzato.

Ogni spritz ha un tema, che si riferisce ad una criticità, piccola o grande, del vivere quotidiano. Con leggerezza e ironia l’argomento prescelto è fatto oggetto di conversazioni, brevi monologhi, letture, giochi con il pubblico, perché ogni partecipante sia emotivamente coinvolto. L’obiettivo principale è questo: fare in modo che ciascuno sottragga il proprio agire agli automatismi, alle assolutizzazioni, alle generalizzazioni; sorridendo si guardi e colga logiche diverse dalle sue.

In 90 minuti, spunti per il cambiamento; “per vivere e lavorare meglio assai”.

Di spritz ne facciamo in teatri, in aule scolastiche, in  uffici e sedi di lavoro, luoghi di ritrovo. Ovunque ci sia un gruppo che ha voglia di ridere sul serio.

In aziende e organizzazioni questo format ha un ruolo strategico: consente agilmente il coinvolgimento del gruppo, il superamento di resistenze, l’attivazione dei partecipanti, per orientare al cambiamento.

News

Il progetto “Non aspettando Godot – laboratorio di narrazione e spettacolo teatrale sul vissuto di persone con malattie croniche intestinali” ha ricevuto il primo premio nella categoria Patient Support Program del concorso “Eccellenze dell’informazione scientifica e centralità del paziente”. Il premio, patrocinato dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, valorizza i…

2014 © Copyright - IPSE Istituto Psicologico Europeo PIVA: 12272630158

Foto di: 123RF