7

Intervento di motivazione allo studio e di costruzione di metodo

Nell’intervento di prevenzione primaria e secondaria delle difficoltà nello studio qui proposto, ci focalizzeremo in particolare sui fattori protettivi al disagio scolastico costituiti dalle buone motivazioni intrinseche all’apprendimento e da un creativo ed efficace metodo di studio, fattori che richiedono un’attenzione specifica soprattutto all’inizio di un nuovo ciclo di studi, momento di per sé particolarmente critico e potenzialmente carico di tensioni soprattutto per studenti che già a fatica erano riusciti ad adattarsi alla precedente organizzazione scolastica e didattica.

In particolare, l’ingresso alle Scuole Superiori implica un drastico cambiamento di contesto, di materie, docenti, metodi d’insegnamento e di rapporti interpersonali, cambiamento globale che si va a sommare ai più persistenti fattori di stress scolastico dati dalla necessità di un’attenzione costante in aula, dal dover assimilare piuttosto rapidamente un gran numero di informazioni, dall’obbligo di essere sottoposti a verifiche periodiche, dai rapporti interpersonali sempre più complessi ed articolati sia con gli insegnanti, che con il gruppo dei pari o con l’altro sesso.

Ne deriva l’importanza di fornire agli studenti del Primo anno delle Superiori adeguati strumenti socio-affettivi, cognitivi e meta-cognitivi per auto-motivarsi e auto-regolarsi creativamente nello studio e negli apprendimenti, affinchè l’impegno scolastico non venga più vissuto e interpretato come un pesante dovere, ma come un’attività autonomamente scelta, controllabile nei risultati e gratificante, al di là degli esiti individuali più o meno eccellenti.

Intervento “il gruppo come risorsa”

Percorso formativo rivolto agli insegnanti e agli alunni che utilizzi il gruppo come risorsa , coinvolgendo i gruppi di docenti e di alunni nella costruzione e validazione di attività educative e didattiche basate sul concetto – chiave nell’Apprendimento Cooperativo di interdipendenza positiva, quale condizione che si stabilisce tra i membri di un gruppo dove tutti interagiscono per raggiungere uno scopo ed ognuno diventa indispensabile per gli altri.

Nel gruppo classe si possono creare condizioni di successo scolastico investendo sull’organizzazione di legami di interdipendenza positiva che valorizzano le diversità dei singoli membri.

Recenti ricerche hanno dimostrato che l’interdipendenza applicata a situazioni di apprendimento di natura cognitiva e sociale conduce a risultati positivi ai diversi livelli.

News