5

Si tratta di un intervento che nasce dalla consapevolezza che si sta riconoscendo sempre più il pericolo del bullismo come fenomeno sociale e relazionale Un’azione di individuazione precoce e di intervento mirati in situazioni di bullismo possono contribuire a ridurre il danno L’essere sistematicamente coinvolti nelle situazioni di bullismo può portare  a una serie di esiti di disadattamento:

per le vittimebreve termine: desiderio di non andare a  scuola  calo dell’ autostima  somatizzazioni; a lungo termine :episodi depressivi  tentati suicidi

per i bulli: comportamenti antisociali e disturbi della condotta.

Prima fase: la valutazione

  • Somministrazione al gruppo classe di questionari auto compilati
  • Questionario anonimo
  • Questionario delle nomine dei pari
  • Questionario sulla gestione del conflitto

Seconda  fase: L’intervento

  • Formazione alla gestione del conflitto
  • Mediazione scolastica
  • Circle time
  • Costruzione con gli Operatori scolastici di una “politica anti- bullismo” condivisa
  • Colloqui di mediazione scolastica
  • Incontri di gruppo- alunni
  • Incontri di gruppo adulti (Dirigente Scolstico, Docenti, Genitori,Personale Ausiliario)

Terza  fase: La verifica

News